Etruschi.name

Il mistero degli Etruschi


Le tombe Le iscrizioni D.H. Lawrence - G. Dennis


Tomba delle Tre Teste a Norchia


La via Clodia



La via Clodia era una delle strade consolari romane.

Stretta tra l'Aurelia che risaliva la costa verso Volterra e la terra dei Liguri e la Cassia aveva con quest'ultima a comune i primi 16 km ovvero da Ponte Milvio fino alla Storta.

Mappa della via Clodia
Foto del cartello del progetto Mirabilia fatta a Blera

Particolarmente interessante era il passaggio della via Clodia a Blera dove a sud attraversava, con il Ponte del Diavolo, il fosso Biedano, mentre a nord attraversava, con il ponte della Rocca, il fosso Rio Canale pochi metri prima che confluisse nel Biedano stesso.

L'antica Via Clodia all'altezza di Blera si divideva in due bracci: uno attraversava l'abitato di Blera mentre l'altro procedeva parallelo al Biedano.

I due punti di confluenza erano la discesa da Petrolo, a nord vicino al Ponte della Rocca, ed a sud l'inizio di via delle Piagge di Sotto.

Via Clodia - Blera - Ponte del Diavolo
Via Clodia - Blera - Ponte del Diavolo

Praticamente si esce dal paese di Blera attraverso la porta settentrionale e da questa, al bivio, si svolta a destra per percorrere via delle Piagge di Sotto il cui percorso coincide con quello dell'antica Via Clodia.

All'inizio via della Piagge di Sotto è veramente stretta per poi allargarsi nel tratto centrale.

Via Clodia - Blera - Ponte della Rocca
Via Clodia - Blera - Ponte della Rocca

Crinale di Via delle Piagge di Sotto
Crinale di Via delle Piagge di Sotto
Blera e la Via Clodia Blera e la Via Clodia

All'altezza della cosidetta Stradella della Lega, la Via la Clodia, che in quel tratto è abbastanza larga, comincia ad incassarsi tra due pareti di tufo, e nel punto in cui essa esce dalla tagliata ...

Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia

... iniziano a vedersi sul lato destro della strada (sul sinistro c'è il Biedano) numerose tombe a camera di epoca tarda scavate a quota stradale nel tufo che terminano appena prima del Ponte della Rocca.

Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia
Blera e la Via Clodia

L'itinerario con Via delle Piagge di Sotto fino al piazzale del Ponte della Rocca (necropoli di Pian del Vescovo) è lungo circa A/R 6,5 Km con una pendenza media del 6% ed è percorribile a piedi, in mountain bike, a cavallo e, parzialmente fino all'area di sosta del Ponte della Rocca, in automobile (se di dimensioni media o piccola ed un po' alta da terra).

Questo itinerario è percorribile anche da persone diversamente abili.

Il tempo di percorrenza a piedi (lo abbiamo fatto due volte) è di circa due ore tra scendere e risalire.

Via Clodia - Blera - Ponte della Rocca
Via Clodia - Blera - Ponte della Rocca

Da Blera la via Clodia proseguiva verso nord in direzione di Grotta Porcina.

la via Clodia a Grotta Porcina
la via Clodia a Grotta Porcina

Attraversati dalla via Clodia erano Barbarano Romano, Blera, Grotta Porcina, Norchia, Tuscania per terminare, con un percorso misterioso e quanto mai incerto, a Saturnia con quella che oggi chiamiamo Porta Romana.

la Via Clodia a Norchia all'ingresso Sud
la Via Clodia a Norchia all'ingresso Sud

Noi abbiamo trovato alcuni tratti delle Via Clodia all'altezza di Norchia, sia sul guado sul Fosso Pile Sud verso all'abitato Etrusco nella zona del fossato e sia dove passava nella Necropoli di Sferracavallo.

Via Clodia a Sferracavallo
Via Clodia a Sferracavallo

Secondo Noi, uscita da Grotta Porcina, la via Clodia tirava quasi diritto nella direzione Nord - Nord - Est fino alla località Cinelli, dove ancora oggi si vedono tratti di strada scavata nella roccia.

Da qui proseguiva verso gli attuali laghi Albatros dove si divideva in due tratti:

- quello di sinistra scendeva verso il fosso Pile per poi guadarlo e risalire verso Norchia abitato Etrusco

- quello di destra continuava verso l'attuale Strada di San Vivenzio che incrociava perpendicolarmente, proseguiva sulla strada bianca attualmente bloccata con la sbarra, guadava il Fosso Acqualta e girava per l'attuale podere Casalone

Ancora oggi, anche qui, si vedono i tagli fatti nella roccia.

Via Clodia a Sferracavallo
Via Clodia a Sferracavallo

I due tratti si ricongiungevano dopo Sferracavallo e da qui proseguiva verso Tuscania che, anche in questo caso, dista meno di 10 km in linea retta.

Noi riteniamo che il successivo guado fosse sulla confluenza tra il Biedano ed il Marta.

In pratica si aveva che, circa ogni 2/3 ore a piedi, si trovava un abitato più o meno grande.

Comunque sono veramente pochi i tratti di cui siamo certi dell'antico percorso della via Clodia:

Via Clodia a Saturnia
Via Clodia a Saturnia

Come già detto la Via Clodia finiva a Saturnia alla Porta Romana.

AugurandoTi una buona visita al sito ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni su alcune delle strutture presenti nei Luoghi degli Etruschi

Booking.com